L’odore fragrante del pane nostrano appena sfornato ed il sorriso cordiale sono i graditi biglietti da visita che accolgono tutti coloro che arrivano nel laboratorio del panificio storico di Villa Aiola. Un luogo pieno di storia e di tradizione, un’epoca lunga 60 anni, le vicende di una famiglia e di un’azienda che attraverso diverse generazioni hanno saputo portare avanti questo lavoro con passione e grazie ad una forte ed antica solidarietà parentale.

E le cose partirono molti anni fa, prima ancora della guerra, con il capostipite ELISEO FANTUZZI, loro padre, e la moglie SEVERINA BEDOGNI, la cui presenza continua ad esistere palpabile, attraverso le fotografie, gli attestati, lo spiriti e l’etica del lavoro dei figli e dei nipoti: la loro forza ed i loro insegnamenti hanno creato una famiglia forte ed unita, ed hanno creato le premesse perchè la tradizione e l’attività possano proseguire ancora per tanti anni.

Eliseo era un creativo ed aveva molta iniziativa. Tant’è vero che quando torna dalla guerra d’Africa riprende a fare il fornaio prima a Bibbiano e poi a Barco, ottenendo fin dall’inizio buoni risultati con la clientela.

Poi, nel 1959, la svolta con il trasferimento a VILLA AIOLA in quella che è l’attuale sede del Panificio!

“Oggi tocca a noi figli e nipoti andare avanti con lo spirito, la passione e il rispetto che ci hanno insegnato papà e mamma e che DEVE animare ogni nostra giornata nel LORO ricordo”